Secondo i dati del Centro nazionale trapianti, in questo momento l’attività di donazione e trapianto sta subendo una contrazione negli ospedali delle zone più colpite dall’emergenza Coronavirus a causa dell’inevitabile sovraccarico delle rianimazioni. Sta comunque proseguendo in tutta Italia, grazie all’impegno costante dell’intera rete trapiantologica nazionale ed a tutte quelle attività annesse al rendere possibile l’arrivo dell’organo da punto A a punto B in modo rapido, sicuro e semplice. L’attività di donazione e trapianto di organi e tessuti da donatore, nonostante l’emergenza coronavirus deve continuare. L’epidemia in corso, ha portato ad una rivalutazione degli assetti organizzativi delle reti sanitarie regionali, prevedendo in molte aziende ospedaliere la sospensione di alcune attività. É importante ricordare però che l’attività chirurgica di trapianto riveste un carattere di urgenza in quanto connessa alla disponibilità del donatore, condizione non programmabile e indispensabile, che rappresenta un livello essenziale di assistenza e terapia salvavita per molti pazienti. In Italia le Regioni devono fornire il supporto necessario perché l’attività di donazione e trapianto sia mantenuta, quale attività di urgenza, nella programmazione e nella riorganizzazione dei servizi soprattutto nelle Regioni maggiormente colpite dall’emergenza Covid-19. In particolare, dovranno applicare misure di contenimento dei contagi in modo da non bloccare la macchina logistica del reperimento e del trasporto degli organi necessari ai trapianti.
Il settore della logistica è in primo piano e lavora attivamente per assicurare il regolare svolgimento di azioni “salvavita”, fondamentali per il sistema sanitario e umanitario.
Noi di Business Plane Logistics crediamo nell’importanza di non fermare determinate attività nonostante il periodo di difficoltà. Pertanto siamo sempre disponibili 24/7 per soluzioni di trasporto urgente; gestite in maniera semplice, veloce e sicura.